Il mercato indiano

Il mercato indiano

Yatra, "viaggiare" in hindi, non indica semplicemente l'andare da un luogo all'altro, ma è una complicata, interessante e fondamentale parte della vita di ogni indiano. È una delle 4 parti fondamentali della vita, quelle che stanno all’interno della “ruota della fortuna”, la famosa svastica indiana. In questo periodo, qualunque indiano che superi i 50 anni deve partire, religiosamente o spiritualmente parlando, verso i luoghi dell’anima, i luoghi dello spirito, i luoghi degli dei. Per questo, il popolo indiano è nato per viaggiare e, considerata l’enorme esplosione economica, la vivacità culturale e i cambiamenti sociali in atto, l'Italia deve ricoprire un ruolo di rilievo e di protagonista nell'attirare i nuovi viaggiatori indiani: coloro che vanno alla ricerca di un periodo di riposo, di un interesse artistico-culturale, di un momento magico e unico nella loro vita.

Secondo le ultime stime saranno 50 milioni i turisti indiani che viaggeranno all’estero nel 2020.

Un aumento enorme: del 25-30% annuo. Nel 1995 i turisti indiani all’estero sono stati 3 milioni, mentre nel 2007 ben 9 milioni. La Market Research Solutions India ha previsto, in un recente studio, che il flusso di turisti indiani in outbound salirà del 13.30% annuo, per i prossimi 5 anni. Dati che fanno di questo paese un’opportunità preziosa per l’Italia, che vuol fare del turismo uno dei motori principali della propria economia. Di seguito, vi proponiamo una serie di files utili per conoscere meglio il mercato ed il turista indiano; potete scaricare i files e leggerli in qualsiasi momento della giornata, dai vostri tablet, Pc o smarthphone.

Il mercato indiano

Il turismo in India

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Italia comes...

to Brasile

Italia comes...

to Cina

Italia comes...

to India

Italia comes...

to Russia